ChiamaMappa

RUSCO

meliloto
MELILOTO
30 Gennaio 2019
vite rossa
VITE ROSSA
30 Gennaio 2019

RUSCO

il rusco

il rusco

Il rusco ( Ruscus Aculeatus) è una pianta legnosa, perenne, sempreverde della famiglia delle Liliacee, alta fino a 80cm., diffusa in Europa e in Medio-oriente E’ un suffrutice con foglie ridotte a squame; i fiori sono verdi e il frutto è una bacca sferica rossa. Dal rizoma si dipartono polloni eretti, ramosi e rigidi. I rami inferiori sono cilindrici, i rami superiori sono trasformati in lamine ovali e spinose, simili a foglie.

Principi attivi
La droga è costituita dal rizoma essiccato, raccolto in autunno.
I principi attivi sono dei saponosidi come la neo-ruscogenina e la ruscogenina e dei flavonoidi come il rutoside.

Proprietà
La droga di rusco trova applicazione nel trattamento dei sintomi dell’insufficienza venosa cronica, quali dolori, senso di stanchezza e pesantezza delle gambe, formicolio e gonfiore.
Può essere utilizzata nel trattamento dei sintomi associati alle emorroidi, come prurito e bruciore. I risultati sono il frutto dell’azione vasocostrittrice esercitata sulla fascia muscolare dei vasi venosi. Le ruscogenine trovano impiego anche nel campo cosmetico per controllare certi inestetismi quali la cellulite e la couperose. La dose media giornaliera per gli adulti è di 7-10 mg di ruscogenine totali, per via orale.

Effetti collaterali
Non risultano controindicazioni né effetti tossici riferibili all’uso di estratti di rusco. Non sono riferite interazioni tra estratti di rusco ed altri prodotti sia naturali che di sintesi. In conformità con la prassi medica generale, il prodotto non deve essere assunto durante la gravidanza o l’allattamento senza prima avere sentito il parere del medico.